sabato 17 dicembre 2011

Ultime di Banksy

L’ultima opera del misterioso street artist britannico Banksy si chiama Cardinal Sin ed è stata installata ieri nelle sale della Walker Art Gallery di Liverpool, in mezzo alle altre opere seicentesche del museo, dove resterà come deposito a tempo indeterminato. Il bersaglio polemico dell’artista, che in questi anni se l’è presa un po’ con tutte le categorie del potere – i reali, i poliziotti, le popstar e naturalmente le corporation – è la Chiesa cattolica, con diretto riferimento agli episodi di abuso sui minori che hanno dato tanto scandalo negli ultimi anni.


“La statua? Pensatela come un regalo di Natale. In questo periodo dell’anno è facile dimenticare la vera natura della Cristianità: le bugie, gli abusi, la corruzione.”, ha commentato sarcastico Banksy.

Un'altra opera è magicamente comparsa invece sulle pareti della Norwich House, nelle vicinanze del Liverpool War Museum. Si tratta appunto di un nuovo murale raffigurante un biplano monocromo che lascia dietro di sè una scia a forma di cuore.


Da questo link un video con Achille Bonito Oliva dice la sua su Banksy, la Street Art, il pubblico che la guarda e le differenze tra quella americana e quella italiana, senza dimenticare la Pop Art e le culture primitive africane basilari per diverse avanguardie artistiche novecentesche. “Wall and Piece” invece è il primo lavoro di Banksy su carta. Edito da L'Ippocampo, è già un libro cult, in cui l’artista racconta per la prima volta l’essenza del suo lavoro poliedrico.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...